mercoledì 11 ottobre 2017

TOP 10 DEI PEGGIOR GIOCATTOLI ANNI '80

#10 TEDDY RUXPIN
Questo orsacchiotto prodotto dal 1985 muoveva occhi e bocca in modo inquietante rispondendo agli impulsi di un'audiocassetta che andava inserita nella schiena dove era posto un mangianastri. Dovendo contenere il vano per far girare la cassetta e il porta batterie, l'orsacchiotto indossa una shirt che pare il corpetto del dottor Gibaud, per questo quando ero bimba suscitava in me molta pena, mi dava l'idea di essere un orsetto malato che indossava un busto di gesso per via delle fratture subite. Che fantasia eh? In quel periodo uscirono i "Poppels" e "Gli Orsetti del Cuore", entrambe le serie di pupazzi erano caratterizzati dalla maggiore peculiarità degli anni '80: i colori sgargianti, fluo, dunque qui NCSP (non ci siamo proprio) 👎

#9 E.T. FINGER LIGHT
Chi non ha amato "E.T. L'Extra Terrestre" di Steven Spielberg? Da bimba avevo settordicimila gadgets di E.T. (complici gli zii che han vissuto negli States dal 1980 al 1984), avevo l'album con le figurine della Panini, gli stickers e chi più ne ha più ne metta ma non ho mai ricevuto in regalo il dito che si illumina. Chissà perchè. Come potete ben vedere dalla foto questo gadget non è riuscito benissimo, forse più adatto ai maggiori di 18 anni, non sto qui a sindacare sull'estetica del prodotto ma oggetivamente ho visto dildi più carucci. Vietato ai minori insomma.

#8 SNUGGLEBUMMS
Furono prodotti dalla Playskool nel 1984, si collezionavano nei vari colori (carini se non altro) e alcune versioni si illuminavano al buio, la caratterizzazione di questi folletti non è il massimo, potevano impegnarsi di più, i ciuffi ricordano poi quelli dei Magic Trolls anni '90, quindi fuori gara, li ricordate? Paurosi.

#7 FIAMMIFERINO 
Erano dei micro bambolotti che si trovavano dentro a delle scatoline tipo quelle dei fiammiferi ecco perchè si chiamano così. Prodotti dalla GIG alla fine degli anni '70 si diffusero soprattutto durante gli anni '80, fortunatamente rientrano tra le poche cose che ho buttato da piccola di cui non mi pento, anzi!

#6 MISTER MUSCOLO
Ancor prima del liquido disgorgante per tubi e sifoni uscì negli anni '80 il pupazzo "Mister Muscolo" della Harbert, un omino sinteticissimo a cui si potevano allungare gambe e braccia dando prova di forza con gli amici, sfido chiunque di voi da  bimbo a non aver giocato con Mister Muscolo senza cercare di strapparlo in 18 pezzi, invano. Poteva rovinarsi, sporcarsi in maniera irreversibile ma alla fine le sue gambe e braccia tornavano sempre alla lunghezza di partenza.

#5 ROCKFELLER
Era un pupazzo animato dal ventriloquo Jose Luis Moreno, un corvo in frac che perculava attori e cantanti o chi gli capitasse a tiro nel programma Rai "Fantastico" nelle edizioni del 1985 e 1986. In quegli anni uscì per il mercato italiano il pupazzo e sinceramente sarebbe stato bello comprarlo per imbottirlo di petardi, pazienza...soldi risparmiati.

#4 POMPEO E CARLOTTA
Sono le 2 mascotte del programma Rai "Fantastico 6", uscirono i pupazzi in vendita nei negozi di giocattoli e il 45 giri della sigla cantata dai doppiatori. Non so neanche come cominciare a demolirli, sicuramente roba per chi ha stomaci forti.

#3 CABBAGE PATCH KIDS
Queste bambole prodotte alla fine degli anni '70 ma che trovarono maggior successo durante gli anni '80 sono davvero inguardabili. Gli occhi ravvicinati, la bocca che pare gli sia arrivato un diretto in faccia e il corpo deforme non possono assolutamente suscitare tenerezza, mi rifiuto. Eppure hanno spopolato, come si spiega? Ok, non voglio saperlo.

#2 GLO WORM
Prodotto nel 1982 questo bruco dal faccione luminoso è diventato un must have per molti bimbi di quel periodo. Avrà conquistato i bimbi di mezzo mondo ma non la sottoscritta, sicuramente lo sguardo da maniaco sessuale non è riuscito ad irretirmi, inoltre il mio discreto senso estetico ci ha fatto a cazzotti sin da subito.

#1 SBIRULINO
Che sia originale o fake il pupazzo di Sbirulino non se pò guardà. Ho sempre apprezzato la vena umoristica di Sandra Mondaini ma questo suo alter ego poteva risparmiarselo, faccio parte di quella categoria di persone a cui i pagliacci fan paura e Sbirulino regna incontrastato nei miei incubi peggiori, altro che il Pennywise di Stephen King!

Questa è la mia personale top 10 di giocattoli anni '80 da NON avere, se li avete conservati o recuperati negli anni mi spiace per voi, vendeteli, ammesso che ci siano acquirenti ancora disposti a spenderci qualcosa. Auguri!
Bunzigirl

giovedì 28 settembre 2017

BACK TO SANTORINI

Cari amici vi saluto per un pò, oggi torno a Santorini e difficilmente mi dedicherò al blog nel prossimo mese, spero di riuscirci nei ritagli di tempo ma il viaggio sarà lungo e non sempre avrò accesso a internet, non che la cosa mi faccia strappare i capelli, anzi...statemi bene e come diceva Romero: "A volte ritornano"💋

mercoledì 27 settembre 2017

ASPETTANDO HALLOWEEN

Ieri sera ho inaugurato il nuovo stampo in silicone preso da Tiger, catena di negozi danese che vende fuffa indispensabilissima a pochi euro. Roma pullula di negozi Tiger, sono un'affezionata cliente da anni ormai, ma da quando ne hanno aperto uno sotto casa inutile dirvi quante volte ci son caduta dentro per sbaglio. Da oggi nei negozi Tiger si trovano i gadget per la festa di Halloween e io mi sono portata avanti ieri sera a cena presentando ai miei ospiti Zokkolen e Stifler (tralasciamo la spiegazione dei soprannomi 😂), questa panna cotta con sciroppo ai frutti rossi, un successone splatter 👻💀🎃
 Bunzigirl

lunedì 25 settembre 2017

JEM PUZZLE, TRULY OUTRAGEOUS!

Questo puzzle di Jem fu prodotto dalla MB per il mercato inglese e francese nel 1986 e si poteva acquistare in offerta con le scatolette di polpette "Princes"
Oltre al puzzle di Jem e le Holograms ho reperito anche quello delle Misfits...
...e quello con Jem & Rio Rockin' Roadster
Tutti e 3 i puzzle misurano 42x34 cm e sono composti da 200 pezzi, una verà rarità anni '80. Sono divertenti da assemblare e assieme alla mia nipotina Noa ho passato una buona mezz'ora a completarne uno, sembrava più facile ed invece...ci ha fregate! I disegni di questi puzzle sono un tantinello scandalosi, bruttini rispetto ai puzzle della Hasbro usciti sempre nel 1986 negli States, quali? Quelli con le scatole fluo e le 2 versioni in 3D. 3D? Quali? Stay tuned! 😉
Bunzigirl

venerdì 22 settembre 2017

BENVENUTO AUTUNNO!

E' arrivato l'autunno, la mia stagione preferita. E' tempo di tè, cioccolate calde, torte, biscotti, caminetto, brace, passeggiate nei boschi, castagne, polenta con spuntature e salsicce, piumone e coccole (quelle sempre). Benvenuto autunno! 🍁🍂🍄
Bunzigirl

venerdì 15 settembre 2017

IL FETICCIO DEL MESE

Buondì, vi presento le mie favolose tazzine della Bondolfi, un brand molto popolare qui a Roma. Questo è un omaggio del nostro barista di fiducia, erano mesi che facevamo la corte a questo set di tazzine e una mattina ci ha accontentati 💜
La Bondolfi Boncaffè dal 1855 produce e vende in tutto il mondo le proprie miscele di caffè, a Roma è un'istituzione. Ricordo sin da bambina, quando accompagnavo mio padre al bar, il logo con l'omino calvo sui piattini e sulle tazzine, adoro!
Non è facile trovare set di tazzine della Bondolfi Boncaffè, purtroppo l'azienda non fa marketing quindi non si trova nulla nei negozi di casalinghi, nei bar o nei supermercati,  un vero peccato. Questo set appartiene alla serie Royal Mason, il design strizza l'occhio allo stile in voga negli anni '70, anche i colori ricordano le stoviglie di quel periodo, soprattutto il marrone e l'arancione.
A Roma, vicino all'auditorium del Vaticano, hanno aperto il Bondolfi Boncaffè store, un risto-bar a tema, non l'ho mai provato ma se dovessi capitare in zona ci farò un pensierino, e voi ci siete stati?
Bunzigirl

mercoledì 13 settembre 2017

CAROL MAGAZINE ♥ クリィミーマミ

Ho recuperato recentemente altri 4 volumi di Carol (キアロル), la rivista mensile della Kodansha nata per promuovere alcuni manga per ragazzine tra cui quello di Creamy Mami, ancor prima dell'uscita dei 2 tankobon. Carol uscì per pochi mesi tra il 1983 e il 1984, non in tutti i numeri sono presenti gli episodi di Creamy Mami. Per saperne di più su questa rivista potete consultare qui l'articolo che scrissi a febbraio. 
Oggi analizzerò solo il volume relativo al mese di gennaio del 1984
Come è visibile sulla cover all'interno del volume è presente una puntata del manga di Creamy Mami e in basso a dx il concorso per vincere la borsetta, concorso che vi descriverò a breve. Il manga comincia sempre con una illustrazione a colori, in questo volume troviamo questa elegantissima Mami.
La puntata è quella in cui Toshio, una volta scoperto il segreto dei poteri magici di Yu, aiuta Creamy/Yu a ritornare sulla Stella Piumata. Dovrebbe corrispondere all'episodio animato "Addio Poteri Magici"
All'interno della rivista troviamo il concorso per partecipare e vincere la borsetta di Creamy
vediamo un particolare ingrandito della borsetta
A seguire le istruzioni per partecipare al concorso con cartolina e bollino da spedire
Nel riquadro ingrandito le istruzioni nel dettaglio
1) Preparate 220yen in franconboli e inseriteli in una busta (non importa come li assemblate purchè siano 220yen)
2) Sulla pagina in basso cè un bollino da ritagliare e applicare sulla cartolina -in basso a sx- che dovrà essere compilata con i dati relativi del partecipante al concorso
3) Una volta che la cartolina è compilata e completa di bollino e dei 220yen, la si può inviare all'indirizzo presente sulla pagina entro il 14 di gennaio (1984).
Questa sì che è una vera rarità!
A seguire le costine di alcuni Carol in mio possesso, su alcuni numeri è presente la nostra maghetta preferita 💖
più avanti descriverò gli altri numeri della rivista Carol, delle vere (e costosette) rarità! Sempre qui per stupirvi, tin! Bunzigirl