mercoledì 26 luglio 2017

IL FETICCIO DEL MESE ♥ キャッツ・アイ

Questo pezzo da 90, anche perchè pagato 9,000¥, è il gioco da tavolo anni '80 di Occhi di Gatto, mai visto prima di un mese fa quando l'ho acquistato.
Sul tabellone(A) troviamo i protagonisti della serie e i musei dove le 3 sorelle Kisugi dovranno recuperare tutte le opere d'arte appartenute al padre.
Sul tabellone(B), che si integra al tabellone(A), si scelgono le destinazioni dove si trovano i musei e in che modo arrivarci sfruttando delle carte e delle pedine che vedremo più avanti. Retro del tabellone(B).
Retro del tabellone(A)
Aprendo la scatola troviamo un contenitore dove sono riposti  tutti gli accessori del gioco...
...e le istruzioni
Aprendo il contenitore a scomparsa troviamo pedine, carte, ecc.
Su queste card, ancora da staccare, ci sono gli obiettivi raggiunti una volta che le 3 ladre han recuperato le opere d'arte all'interno dei musei, lasciando quindi il loro inconfondibile marchio
particolare delle pedine da staccare e posizionare sull' apposito piedistallo colorato
Carte che stabiliscono quale mezzo usare per raggiungere i luoghi dove si trovano i musei
Trick card che agevolano i giocatori con accessori per poter velocizzare alcune operazioni di accesso nei musei
mini card(vista fronte) dove sono presenti i più importanti musei del mondo dove sono esposte le collezioni del Sig.Haintz
mini card(vista retro) dove sono presenti le opere da recuperare
Veramente un gran bel gioco da tavolo, articolato, fantasioso e che ci regalerà tanti momenti divertenti. Occhi di Gatto e un altro colpo è stato fatto!
Bunzigirl

lunedì 24 luglio 2017

POMERIGGIO AL DISNEY STORE

Oggi passeggiando per il centro di Roma mi sono imbattuta nel Disney Store e mi sono ricordata di avere un buono sconto del 20% nel portafogli, è stato l'inizio della fine...mi sono portata a casa una nuova stupendissima mug con coperchio, un tumbler della serie "MXYZ" e una shopper stregattosa in vernice (fronte/retro). Ho subito perso la testa per questo splendido portapenne/documenti, pesa un colpo ma non potevo lasciarlo lì
La penna del Bianconiglio l'avevate vista? Eccovela. Le 2 penne in basso a destra si trovano nella confezione dello Stregatto portapenne/documenti
Sullo scaffale ho lasciato alcune cosette che non mi attiravano più di tanto, comunque tutte cose fichissime, eccole qua
A sinistra vediamo l'astuccio dello Stregatto in silicone, carino ma non amo particolarmente gli oggetti fatti con questo materiale poichè col tempo si macchiano, diventano appiccicosi e sono antipatici da pulire
C'era anche l'astuccio di Stitch
Questo stationery set è davvero caruccio ma l'ho lasciato lì, non era vitale...o magari domani torno e lo prendo, chissà, ahahahhahahaha!
Dulcis in fundo la tazza "mela stregata" di Biancaneve, la foto non rende giustizia ma il bianco che cola è iridescente, alla luce l'effetto è molto gradevole✨
Questi prodotti li trovate in tutti i Disney store distribuiti su territorio nazionale, salvo esaurimento scorte. Lo sconto del 20% mi è davvero servito, grazie astuccio di Spiderman! 😛
Bunzigirl

sabato 22 luglio 2017

I LUOGHI DI CREAMY MAMI ♥ 魔法の天使クリィミーマミ

“Kurimigaoka” è il nome del quartiere nel quale prende il via la storia e se ne svolge una buona parte. Gioco di parole che può essere traslitterato anche come “la collina di Creamy”. Per il quartiere di Yu (strade, edifici, parchi), la Takada e lo staff adottarono di frequente la pratica di ispirarsi a diversi posti, scorci e panoramiche realmente esistenti in quel di Tokyo alternando riproduzioni fedeli di edifici e località giapponesi (vedi il Nippon Budokan o Hakone). Kurimigaoka è pertanto ispirata alla cittadina di Kunitachi e ad altre zone limitrofe avvicinandosi molto al vero. La stazioncina ferroviaria di Kunitachi, inaugurata nel 1926, è stata presa come modello per l’anime. Dal 2006 è stata ristrutturata completamente perdendo la conformazione originaria. Yu, in pratica è come se abitasse a Kunitachi che, nell’anime, assume il nome di fantasia di Kurimigaoka . In altre parole quest’ultima è una Kunitachi rivisitata con molte licenze ma ubicata nella stessa posizione geografica della città reale. La cosa davvero interessante riguarda gli spostamenti dei personaggi da un punto all'altro del territorio giapponese, i quali seguono quanto più possibile una logica di percorso reale e veritiera. È possibile stilare una mappatura degli spostamenti poiché le varie zone e località nei dintorni risultano davvero esistenti e quando capita, sono menzionate con l’effettivo nome (se non nell'anime, nei libri originali giapponesi di Creamy). Attualmente la rotatoria davanti la stazione è così.
Collocata nella regione del Kanto, Kunitachi confina proprio con il comune di Fuchu, entrambe sono due città conurbate di Tokyo situate sull’altopiano di Musashino.
A Fuchu c’è l’ippodromo Tokyo Racecourse (dove Yu vede l’arca ma chiaramente nell’anime non viene citato Fuchu). Ecco spiegato come Yu riesca, partendo da casa sua, a raggiungere in tempi relativamente brevi l’ippodromo con lo scooter nel primo episodio (Kunitachi e Fuchu sono comuni confinanti). Il percorso che segue è abbastanza fedele alla realtà. L’ippodromo è stato ristrutturato dopo gli anni ‘80.
Nell’episodio 6 “Il cervo leggendario” la caverna visitata da Yu, Toshio e Midori è ispirata a una famosa grotta di stalattiti calcaree di Okutama (Tokyo), probabilmente la Nippara Limestone Caves.
Nell’anime l’autista parla di “grotte di Moppara” (anche la fermata del bus riporta tale dicitura). "Nippara" l’hanno modificato in "Moppara" ma anche dal nome è chiaro che lo staff si sia ispirato alla grotta di Nippara.
Okutama è una zona montuosa all’interno di un grande Parco Nazionale, il ChichibuTama Kai , meta di gite e campeggi dotato anche di due laghi. Nell’anime nessun riferimento preciso e diretto ma il percorso attuato dai nostri amici per raggiungere il posto sembra a tutti gli effetti quello per Okutama: treno e autobus.
Ancora episodio 6. Siamo sempre nel Parco Nazionale Chichibu Tama Kai (ufficiosamente).
Mentre Yu è a Okutama, Jingle e gli altri sono a Natsukawa Valley. Luogo modellato sulla Akigawa Valley (Akigawa è anche il nome del fiume la cui sorgente è proprio nel Parco Nazionale).
La valle del fiume Akigawa è ad Akiruno, prefettura di Tokyo. Nella foto, vista dall’Ishifune bridge.
Nell’episodio 8 “Il duetto miracoloso” vengono citate tre stazioni balneari esistenti: Zushi, Kamakura, vicine fra loro, e Isohama, praticamente dal lato opposto.
Il villaggio di Isohama si è fuso con quello di Onuki nel 1954 creando la città di Oarai (prefettura di Higashiibaraki, distretto di Ibaraki). Spesso può capitare di trovare Oarai sulle cartine geografiche e raramente Isohama o Onuki. Pertanto Oarai è come se avesse inglobato Isohama. Zushi e Kamakura appartengono alla prefettura di Kanagawa (come Hakone). Questa volta Creamy deve recarsi per lavoro a Isohama. Stranamente i pochi scorci della spiaggia presenti nell’episodio nulla hanno a che vedere con Isohama o Oarai, ricordando invece vagamente la spiaggia e l’isolotto di Enoshima se non proprio Zushi. La rappresentazione grafica nell’anime è alquanto approssimativa.
Nell’episodio 19 “Un giorno pieno di avventure”, tutto il tragitto percorso da Creamy e Kidokoro fin dall’inizio della puntata interessa luoghi esistenti.
Nell’ordine, i nostri partiranno da Atarajima verso Osaka (in aeroplano), poi prenderanno lo Shinkansen Hikari in direzione Tokyo ma il treno si bloccherà vicino Mishima. Da qui proseguiranno con il pulmino (il bus stage) preso in prestito dalla Ama guri band deviando involontariamente verso Atami per poi arrivare alla città di Hakone nella prefettura di Kanagawa nell’isola di Honshu (tutta la zona è meta turistica). Ad Hakone, presso il lago Ashi possiamo vedere la riproduzione di un vascello pirata, atto a compiere un tour turistico nelle vicinanze. La nave è utilizzata anche da Creamy. Attraversando il lago, il mezzo porta la ragazza alla fermata Togendai dell’ Hakone ropeway. Nelle sembianze di Yu, la ropeway conduce la piccola a Sounzan, da lì si serve del treno che, passando per Gora e poi Yokohama, capoluogo di Kanagawa, la porterà infine a Tokyo (Shinjuku). Per rimarcare che nulla è lasciato al caso e che la precisione dei giapponesi è a volte svizzera, le indicazioni che Megumi espone nell’episodio sono esatte e il viaggio di ritorno da Hakone a Tokyo di Yu è perfettamente fattibile nel Giappone vero.
Creamy viene scoperta da Toshio perdendo l'uso dei poteri magici poco prima del Festival della Canzone NPB che si tiene presso il Nippon Budokan del quartiere di Chiyoda-ku aTokyo (episodi 25 e 26).
L' idol si esibirà nel prestigioso Budokan priva dell'ausilio della magia.
"Questa arena è sinonimo di grandi concerti rock. Qui, infatti, i Beatles fecero il proprio debutto in Giappone e qui, inoltre, molti artisti hanno pubblicato dei "Live at Budokan". Tuttavia, il Budokan fu costruito per la XVIII Olimpiade ed era un'arena adibita alle gare di judo. Nonostante ospiti numerosi concerti, la sua funzione primaria resta sempre la pratica delle arti marziali.
Ringrazio il nostro Creamy Mami guru Fabio Cassella per tutte le info e le curiosità trovate. Questo articolo è stato pubblicato 2 giorni fa sul fan club italiano ufficiale di Creamy Mami su Facebook,  nessuno prima di lui ha approfondito tanto l'argomento e sono sicura che col tempo verrà scopiazzato, come purtroppo è già successo in passato, d'altra parte nessuno ne sa più di lui, tin! 😎
Bunzigirl 

lunedì 17 luglio 2017

ALICE IN WONDERLAND CUCKOO CLOCK

Ma che meraviglia è? L'orologio a cucu di Alice nel Paese delle Meraviglie, tanta, tantissima roba! A sole 199.95£ più spese di spedizione (gh!). Il mio compleanno si avvicina, un posticino dove metterlo si trova...direi che si può fareeeeeeee!
Bunzigirl

venerdì 14 luglio 2017

PICO E PACO NE ABBIAMO? ♥ 魔法のアイドルパステルユーミ

Ho radunato tutti i peluche di Pico e Paco in mio possesso, quelli più alti sono creazioni handmade di Botan Momoiro, quelli ai lati sono creazioni di Nadia (Graphic Planet) mentre quelli al centro, più bassi e tarchiati, sono prodotti originali giapponesi della SEGA (1999), ricercatissimi tra i collezionisti più sfegatati delle maghette. I Pico e Paco realizzati da Nadia sono indubbiamente quelli che preferisco, trovo siano più fedeli all'anime e curati in ogni dettaglio. Fossi in voi li prenderei al volo, non sono splendidi? 😍
Bunzigirl

mercoledì 12 luglio 2017

DiN DoN ♪ CONSIGLI PER CINEFILI ♪ DiN DoN

SPIDER-MAN: HOMECOMING (2017) Non amo i film sui supereroi in cgi ma di sicuro Spider-Man è quello che digerisco di più, forse perchè Peter Parker è un nerd che usa i poteri alla meno peggio, è il teenager un pò sfigatello che sfrutta ragnatele e super forza anche per divertirsi e non solo per compiere buone azioni.
Consiglio Spider-Man: Homecoming perchè è divertente e leggero, senza troppe pretese. Mio nipote Davide aveva espresso il desiderio di vederlo e così lo abbiamo accontentato, facendogli anche una piccola sorpresa: l'astuccio di Spiderman (apprezzatissimo). Durante la visione ci sono stati momenti imbarazzanti come quando Davide ha chiesto a Dario cosa fosse un "porno" mentre prima della visione una signora mi ha chiesto se avessi un assorbente e così Davide mi ha domandato cosa fosse, insomma...informare un settenne con piglio e nonchalance non è sempre facile ma è stato divertente, come il film.
Bunzigirl

lunedì 10 luglio 2017

GIORGIO VANNI GO!

Lo scorso 24 giugno, durante il Roma Cartoon Festival, ho assistito al concerto del formidabile Giorgio Vanni e ho avuto l'immenso piacere di incontrarlo. Giorgio si è esibito davanti ad un calorosissimo pubblico nonostante i 35° e fischia, un vero professionista 🔥 Sulle note di "What's my destiny Dragon Ball" ho letteralmente perso la ragione, è il mio brano preferito nonchè suo cavallo di battaglia 🎶
Quel pomeriggio era particolarmente afoso e finito il concerto Giorgio si è presentato ai fan con un asciugamano con cui ha cominciato ad asciugarsi il sudore, mi sono avvicinata e gli ho detto: "Giò, beato te che c'hai l'asciugamano!" A questo punto Giorgio mi ha tamponato il sudore sulla fronte e sulle spalle con lo stesso asciugamano e la teenager che è in me ne ha subito approfittato per chiedergli una foto e un autografo sul cd, lui mi ha chiesto se poteva disegnare un cuore e io gli ho risposto: "E me lo chiedi??? Giò, su quel cd puoi disegnarci tutto quello che vuoi!" Poi mentre mi stavo congedando ringraziandolo a più non posso, mi fa: "Ma non me lo dai un bacio?" E io: "Ma pure 2, tiè!" Mito.
Bunzigirl

giovedì 6 luglio 2017

HANA NO KO LUN LUN ♥ LULU' L'ANGELO TRA I FIORI ♥ POSTER OAV

Corrierino n°50 dell' 11 dicembre 1981 con bellissima cover di "Lulu' l'Angelo tra i Fiori", all'interno si trova il poster della locandina del lungometraggio (Hana no Ko Lun Lun Konnichiwa Sakura no Kuni) che da piccola andai a vedere al cinema con mio padre e mia sorella. La locandina del lungometraggio si trova anche su eBay a 10,00€, l'immagine della locandina è stata però ricalcata come si può vedere nel particolare della foto a seguire
decisamente meglio il poster del corrierino dove l'illustrazione della Himeno è rimasta invariata, se lo trovate non fatevelo scappare 🌸
Bunzigirl