lunedì 5 marzo 2018

I LOST MY ♥ IN AMSTERDAM (PART2)

Non trovando molta fila al Van Gogh Museum abbiamo deciso di comprare i biglietti direttamente in loco, 18,00€ cadauno, non di certo a buon mercato ma ne è valsa la pena. Gli occhiali li ho invece trovati da H&M a 6,99€, Dario ha insistito perché li prendessi e non me lo sono fatto ripetere 2 volte 😁
Il Van Gogh Museum ospita molte opere dell'artista impressionista più famoso del mondo tra cui "I mangiatori di patate", "Campo di grano con volo di corvi", "Iris" e molti suoi celebri autoritratti come questo del 1887 (oggi sarebbe impazzito per i selfie😆)
L'operato artistico di Van Gogh durò solo 10 anni nei quali l'artista realizzò moltissime opere, purtroppo però, a causa di turbe psichiche sempre più frequenti, Van Gogh si suicidò con un colpo di pistola a soli 37 anni. Nel museo sono conservate numerose tele dell'artista, se capitate andate perché merita davvero. Dario è stato colpito dalla sindrome di Stendhal di fronte a molte tele, è rimasto così impressionato che ha deciso di tornarci in futuro. Accanto al Van Gogh Museum c'era il Moco Museum dove il giorno dopo ho visto la mostra di Banksy, artista contemporaneo che adoro, nessuno conosce la sua identità ed è ricercato dalla polizia per aver ricoperto di stencil provocatori molti muri nelle varie città del pianeta
Topolino ma che fine hai fatto???
la Kate Moss ispirata alla Marilyn Monroe di Warhol
 il sovversivo che lancia i fiori, un must tra le opere street art di Banksy
oltre alla mostra di Banksy nel museo c'era una parte dedicata a Roy Lichtenstein, artista americano tra i massimi esponenti della cultura pop art nata negli anni '50-'60
Lichtenstein inserisce nelle sue opere elementi tipici del mondo pubblicitario e dei fumetti e lo fa utilizzando i retini: il puntino "Ben-Day" che diventerà una caratteristica tipica e inconfondibile dell'artista. Nei suoi quadri si leggono spesso le onomatopee che leggevamo nei fumetti da ragazzi: smack, pow!, whaam, pop, crack, ecc.
Favolosa la stanza gialla di Van Gogh realizzata con lo stile di Lichtenstein. Perché non mi sono fatta una foto seduta sulla sedia o sul letto? Me lo sto ancora chiedendo😑
uscita dal museo ho trovato questa scultura molto divertente realizzata dall'italiano Fidia Falaschetti...c'è qualquadra che non cosa😆
Girando per la città ho incrociato dei canali completamente ghiacciati come questo, mi han detto essere un evento piuttosto raro ad Amsterdam. Una gioia per tutti i pattinatori su ghiaccio.
Sono poi incappata a Spiegelstraat, una strada dove sono ubicate gallerie d'arte una appresso all'altra. Qui ho beccato in vendita due "Mr. Dob" di Takashi Murakami, artista giapponese di spicco nella cultura pop manga contemporanea. Sono entrata a chiedere il prezzo dei 2 capoccioni e son rimasta di stucco...7mila euro 😱 facendo una rapida ricerca su eBay si trovano a meno della metà, mah! 😓
girovagando per la città ho fatto un tuffo nel passato quando mi sono ritrovata davanti il negozio  dell'O'Neill, brand cult degli anni '80-'90, lo ricordate? Chi non aveva un capo firmato O'Neill negli anni '90 alzi la mano, anche i sassi ce l'avevano😄
 al Nike store invece ho trovato questa, mai più senza 😆
in un negozio di design fuffoso ho pizzicato questi graziosi robottini
...e questi mostriciattoli acchiappa calzini da mettere in lavatrice, per star sicuri che i calzini rimangano sempre in coppia. Se penso alle tonnellate di calzini che butto in lavatrice ogni settimana dovrei comprare 180 di queste confezioni 😆
Sul ponte dove si incrociano Leidsestraat e Keizersgracht si trovano 4 coccodrilli di pietra, alla mia nipotina sarebbero piaciuti un sacco, ne sono sicura 😍 
42 anni ho finalmente provato per la prima volta il matcha latte dello Starbucks. Non amo il tè verde ma la polvere di matcha nei dolci e nel latte mi fa impazzire, davvero super! Se non l'avete mai assaggiato provatelo perché merita😛
Non siamo riusciti a fare una foto decente assieme senza congelarci le mani, dopo numerosi tentativi ci siamo arresi con questo selfie in ascensore dove sembriamo due scappati di casa 😜
Avrei voluto vedere il museo delle scienze, fare un giro in traghetto, andare in bici, visitare con meno fretta il quartiere a luci rosse e molto altro, ufff! Tornerei subito nonostante il gelo siderale. Spero che le foto e le info vi siano state utili. A presto Amsterdam! 💖 Bunzigirl
Posta un commento