giovedì 22 aprile 2021

POSTALMARKET DEL 1983

Torna l'appuntamento stagionale con un datatissimo Postalmarket primavera-estate 1983, sulla cover la splendida Gloria Guida, attrice cult anni '70-'80 di commedie sexy all'italiana, tra i suoi film più celebri "La casa Stregata" con Renato Pozzetto di cui conosco ogni battuta a memoria 😆 La Guida è sposata dal 1991 con Giorgio Guidi in arte Johnny Dorelli.
Ecco qui Gloria con alcuni abitini sbarazzini 
squisitamente anni '80, super gnocca!
Sfogliando il catalogo nella sezione moda mare
 troviamo una giovanissima Brigitte Nielsen
Prima che si facesse prendere la mano dalla chirurgia estetica
era davvero favolosa
La bigiotteria in quegli anni spadroneggiava, 
tanta plastica e nikel 😅
Nella sezione intimo donna troviamo anche un seno scoperto, segno della rivoluzione culturale del tempo. Oggi siamo assuefatti dai seni siliconati ma 40 anni fa erano tutti al naturale, al massimo si usava qualche push up.
Shampoo, bagno schiuma e sapone di Farrah Fawcett, in quel periodo andavano fortissimo in tv le Charlie's Angels, su rete4.
Passiamo ai profumi, abbastanza puzzosi. Negli anni ho conservato una confezione di Bizarre...fa rinvenire i morti, bleah 😝
Tra quelli francesi qualche vecchia conoscenza,
 alcuni sono commercializzati ancora oggi
La moda delle bambine assassine, inquietanti 😶
Calzature da catechista, parola d'ordine comodità 
a discapito della bellezza
Ahhhh le American Eagle, queste le avevo, 
rosse per la precisione e mia sorella blu, 
comodissime! 😍
Passiamo  alla moda uomo, 
un bel completino in spugna per l'estate 👎
L'intimo maschile vedo non vedo, 
ho visto roba simile all'ultimo gay pride 😆
Carrellata di slippini per tutti i gusti (non i miei), sono uno più brutto dell'altro e poi il modello ha lasciato le chiappe a casa e temo non solo quelle 😱
La moda mare non delude mai. Mi domando quanto avrà rimorchiato in spiaggia lo zebrato nel lontano 1983?
Credevo fosse una confezione di pellicola per alimenti
 ed invece sono profilattici:
"Per una procreazione responsabile"!
Design bocciato ❌
Quando c'era il telefono fisso e le pagine gialle in dotazione per trovare i numeri dei negozi, società e imprese di ogni genere. Oggi abbiamo gli smartphone e tutto questo accrocco non serve se non per accendere il camino.
Le prime (e ultime) macchine da scrivere elettroniche della Olivetti, hanno avuto vita breve poichè da lì a qualche anno sono usciti i primi personal computer rendendoli obsoleti.
Negli anni '80  il quarzo era ovunque: orologi, videogiochi, penne, sveglie, tutti al quarzo. Avevo quella penna nera con l'orologio, forse un regalo di Natale o per la promozione a scuola, chissà...ricordo però che la smontai pezzo per pezzo per vedere com'era fatta e poi non tornò più quella di prima 😅
Un tuffo incredibile negli usi e costumi dei primi anni '80, Postalmarket patrimonio dell'umanità 💕
Bunzigirl
 
P.S. Per vedere altri articoli dedicati ai miei Postalmarket anni '80 cliccare qui e qui 👙👗📦

venerdì 16 aprile 2021

SANTORINI NEL CUORE

Sei anni fa, giorno più giorno meno, il mio primo viaggio a Santorini, la mia seconda casa 💙
Dal 2015 in poi ci son tornata una media di due volte l'anno, quanto mi mancano i suoi scorci mozziafiato 😔 maledetto COVID!
I tramonti sul mare, quanti ne abbiamo visti, 
soprattutto da Oia
Quel giorno poi c'era un ventaccio gelido
ma il sole non è mai mancato,
come non è mai mancato il buon cibo
e l'ottima compagnia,
il mare cristallino
e le perlustrazioni in motorino 😎
Chissà quando potremo tornarci, non vedo l'ora di riprendere un aereo. Viaggiare è la più bella delle passioni, quando rientri a casa non sei più quello di prima poichè torni arricchito da usi e costumi di un altro popolo, per non parlare poi del cibo! Dio come mi mancano i souvlaki e il saganaki, arghhhhh! 😭
Bunzigirl

martedì 13 aprile 2021

ORIGAMI VINTAGE DI KISS ME LICIA

Domani alle 8:10 torna su Italia 1 "Kiss me Licia". Dalla mia collezione vintage vi presento la confezione della Seika Note che conteneva questi fantastici origami, una delle mie numerose passioni. Sul retro della confezione i nomi originali dei protagonisti della serie tv. Mirko: Go, Yakko: Licia, Hashizo: Andrea, Juliano: Giuliano
Vista fronte e retro dei due origami più piccoli con delle simpatiche scenette tra Andrea e il suo gattone Giuliano
Licia bionda appare quasi sempre sul materiale vintage giapponese della serie, la versione castana appartiene più all'anime. Questo perchè durante la produzione dell'anime si decise di cambiarle all'ultimo il colore dei capelli. Chicca che ci fu spiegata direttamente dal sensei Masami Suda che realizzò la sigla con Licia bionda mentre negli episodi divenne castana per decisione della produzione. Scoop di qualche anno fa che mi fa sempre piacere condividere con tutti i fan di Kiss me Licia.
Oltre a condividere su questo blog le foto delle mie collezioni cerco sempre di informare gli appassionati di animazione nipponica anni '80-'90 con info curiose e scoop. Aver scoperto con mia sorella qualche anno fa il mistero dei capelli di Licia direttamente dal sensei Suda mi ha dato molte soddisfazioni e se oggi lo sapete è grazie al nostro piccolo contributo 💋
Bunzigirl

domenica 11 aprile 2021

IL FETICCIO DEL MESE

Questa sacchettina di stoffa è un reperto rarissimo di Creamy Mami, mai visto altrove neanche tra i collezionisti cinesi, gli unici in grado di competere con la mia vastissima collezione. Questa bustina serviva a contenere i bento, i porta pranzo tradizionali giapponesi. Sul retro lo spazio per scrivere a penna il nome del proprietario così da non perderlo a scuola durante la pausa pranzo 🍙🍣🍚
Sono riuscita a trovare questa bustina vintage con ancora l'adesivo attaccato. L'usato in Giappone è spesso perfetto, dopo 40-50 anni si riescono ancora a trovare articoli con l'etichetta, intonsi o blisterati. Ecco qui il particolare dell'adesivo con su Posi e Nega, applicato sul fronte della sacchettina.
A presto con una super chicca Bandai di Creamy, 
indizio: si illumina! Stay tuned ✨
Bunzigirl

venerdì 9 aprile 2021

DiN DoN ♪ CONSIGLI PER CINEFILI ♪ DiN DoN

THE SERPENT (2021) Ci sono storie di criminali che vanno assolutamente raccontate, come questa. Ignoravo l'esistenza di Charles Sobhraj e della sua sfacciatissima vanità. Impossibile non vedere questa mini serie di 8 episodi tutta d'un fiato, davvero avvincente. Ho avuto modo di apprezzare il protagonista Tahar Rahim nel film "Il Profeta" del 2009, davvero bravo, chapeau. Ne straconsiglio la visione, dove? Su Netflix.
Bunzigirl

giovedì 8 aprile 2021

NOSTALGIA CANAGLIA

Quanto mi manca andare al Romics, chi l'avrebbe mai detto! Esattamente tre anni fa l'incontro in tutina con il sensei Tsukasa Hojo, autore di Cat's eye e City Hunter 😎
Scorrendo tra le foto sul cellulare ho ritrovato alcune immagini inedite di quella che fu una giornata davvero epica! Tra le varie portai a casa le figure N° 1 e 2 di Sheila, autografate dal sensei 🎉 L'evento fu super blindato e a numero chiuso, per partecipare bisognava inviare una mail con i propri dati accedendo al sito Romics.it, si aveva solo un tentativo al giorno e solamente 2 giorni a disposizione, inoltre l'accesso alla mail dell'evento era possibile per un arco di tempo strettissimo, 10 minuti circa, ma già al terzo minuto i posti erano esauriti.
Non riuscii a passare al primo turno ma al successivo sì.
Mai mollare, chi si ferma è perduto!
Trovate qui il resoconto dell'incontro di 3 anni fa
con foto della mostra, info e curiosità 👀
I bus che giravano per Roma con
la pubblicità di Occhi di gatto 😍
(foto di Enrico Croce)
A voi manca girare per le fiere del fumetto?
Bunzigirl

domenica 4 aprile 2021